Skip to content

Vacanze in Costa Rica: Il periodo migliore per viaggiare

Quando andare in Costa Rica?

Una delle domande più frequenti è quando andare in Costa Rica, qual è il periodo migliore per viaggiare o che tempo fa in un certo mese.

La risposta è molto semplice: si può viaggiare tutto l’anno, purché ci si faccia consigliare da professionisti che conoscono bene il Paese e che offrono un programma totalmente personalizzato.

In altre parole, non si può viaggiare in Costa Rica con i pacchetti fissi che si trovano nella cartella delle agenzie di viaggio.

Forse pagherete meno, ma l’insoddisfazione vi costerà cara.

Detto questo, in questo articolo condividiamo alcune informazioni generali, ma per approfondire i vostri programmi, vi conviene contattarci e vedremo insieme, in italiano, di scoprire il servizio completo che offriamo.

clima a gennaio

Il clima in Costa Rica a gennaio è perfetto. Ciò significa che il clima tipico della maggior parte del Paese è molto soleggiato e con temperature calde.

Nei Caraibi, dove il tempo può essere a volte opposto a quello nazionale, c’è infatti un maggior rischio di pioggia a gennaio.

Il lato positivo è che gennaio è il mese in cui si può osservare la schiusa delle uova di tartaruga sulla spiaggia. Un’esperienza unica e indimenticabile.

Contro: Gennaio in Costa Rica è caratterizzato dai prezzi di Capodanno (fino al 10). I prezzi per tutto gennaio e fino a metà aprile sono più alti rispetto alla maggior parte degli altri periodi dell’anno.

clima a FEBBRAIO

Febbraio è il cuore della stagione secca per le spiagge del Pacifico e i vulcani (Arenal, Poás, Irazú e Rincón de la Vieja).

Nelle regioni centrali e occidentali della Costa Rica non piove quasi mai. A febbraio i turisti potranno godere di un clima soleggiato e caldo, perfetto per una fuga di metà inverno in Costa Rica.

Quando piove (se piove), di solito è nel pomeriggio, la sera o durante la notte. La probabilità di pioggia sul versante caraibico è ancora piuttosto alta; tuttavia, anche in questa regione del Paese il sole non manca.

Pro: A febbraio, la Costa Rica si riempie di turisti e artisti provenienti da tutto il mondo per partecipare all’Envision Festival, un festival in cui vivrete momenti sereni di yoga, musica, spiritualità e comunione con molti visitatori che, come voi, sono attratti da questo evento.

Contro: La maggior parte degli hotel boutique in Costa Rica tende a prenotare con largo anticipo. Pianificate per tempo, perché febbraio è un periodo di grande affluenza e la disponibilità è molto limitata.

clima a MARZO

Marzo cade proprio nel mezzo della stagione secca della Costa Rica. È anche il mese delle vacanze di primavera negli Stati Uniti, il che significa che ci saranno molte famiglie e gruppi di studenti in vacanza in Costa Rica.

A marzo i viaggiatori possono aspettarsi molto sole, poche piogge e un clima più secco in generale.

Contro: prezzi di alta stagione per alloggi e attività. Le vacanze di primavera e la Semana Santa in Costa Rica possono scontrarsi e creare la tempesta perfetta di spiagge affollate e alloggi con prezzi di alta stagione.

clima aD APRILE

Aprile è la fine della stagione secca. Le temperature sono ideali in tutto il Paese in aprile: molto calde e soleggiate sulle spiagge, con temperature leggermente più fresche in montagna e nella valle centrale, dove si trova San José.

La Semana Santa (di solito la prima metà di aprile, anche se a volte a fine marzo) è la settimana che precede la domenica di Pasqua. La Semana Santa cade solitamente all’inizio di aprile, anche se ogni tanto viene spostata a marzo.

È importante sapere esattamente quando cade la Semana Santa perché durante questa settimana quasi tutti in Costa Rica si recano nei luoghi più turistici per trascorrere le vacanze.

Contro: se non amate la folla sulle spiagge, evitate la settimana prima della Semana Santa. I costaricani che vivono e lavorano all’estero tornano a casa per trascorrere l’intera settimana con le loro famiglie.

Le strade all’interno e all’esterno della Valle Centrale sono spesso bloccate. È la seconda settimana più affollata dopo il Natale in tutte le località costiere.

clima a MAGGIO

A maggio il tempo cambia da secco a piovoso in Costa Rica e il tempo è un po’ più imprevedibile. L’inizio di maggio è ancora considerato la stagione secca in Costa Rica, ma con l’avanzare del mese il tempo può iniziare a cambiare per riflettere l’imminente “stagione verde” o la transizione alla stagione delle piogge in Costa Rica, dove maggiori precipitazioni si traducono in paesaggi più verdi.

Le spiagge di Guanacaste possono diventare molto secche in questo periodo, con isolati rovesci pomeridiani.

Vantaggi: maggio introduce i prezzi della bassa stagione, il che significa che i viaggiatori possono ottenere offerte più competitive su alloggi e attività durante questo mese.

clima a GIUGNO

Giugno è un mese di transizione per il clima della Costa Rica, ma è considerato parte della “stagione verde”. La maggior parte delle piogge di giugno cade nel tardo pomeriggio, la sera o durante la notte.

Al mattino c’è molto sole e le spiagge sono eccellenti nelle prime ore del giorno. Questo mese tende a essere il più affollato per i viaggiatori a causa delle vacanze estive negli Stati Uniti e in Europa.

Vantaggi: i prezzi della bassa stagione consentono di ottenere un maggiore profitto, le spiagge e i parchi nazionali sono meno affollati e non ci sono troppi giorni festivi.

Sebbene giugno sia l’inizio della stagione verde, molti sostengono che sia in realtà il periodo migliore per viaggiare in Costa Rica, poiché il clima è ancora di transizione, si possono trovare prezzi molto bassi e ci sono meno turisti.

clima a luglio

A luglio, la Costa Rica vive una breve mini-estate a metà anno. Questo “veranillo”, come viene chiamato in Costa Rica, si verifica solitamente tra la metà e la fine di luglio e l’inizio di agosto.

Le precipitazioni diminuiscono notevolmente per quattro settimane, soprattutto nel Pacifico settentrionale, e vengono sostituite da un sole infinito e da tramonti mozzafiato.

L’intero mese di luglio è un periodo ideale per visitarlo, con giornate calde e soleggiate per godersi la spiaggia e acquazzoni pomeridiani e serali per rinfrescarsi e divertirsi.

Inoltre, le tartarughe marine vengono a Tortuguero per deporre le uova: uno spettacolo da non perdere! Da metà luglio a metà novembre, e di nuovo da metà dicembre ad aprile, è la stagione dell’osservazione delle balene, a causa del loro ciclo migratorio.

Contro: i prezzi tendono a salire un po’ e la disponibilità a Tortuguero è molto limitata.

COSTA RICA clima: AGOSTO

Visitare la Costa Rica in agosto sta diventando sempre più popolare. Negli ultimi anni, infatti, il mese di agosto è diventato un’alta stagione a causa dell’elevata domanda turistica, che spazia dalle vacanze in famiglia, ai viaggi di nozze e alle vacanze per l’osservazione della fauna selvatica.

Il mese di agosto è molto difficile da prevedere. A seconda dell’andamento meteorologico prevalente in quell’anno, come il fenomeno El Niño, è probabile che il mese di agosto abbia una buona dose di giornate di sole e di pioggia. Le temperature rimangono miti in tutto il Paese. In generale, nei Caraibi, agosto è un mese in cui il tempo inizia a diventare meno piovoso e più soleggiato.

Vantaggi: è un buon periodo dell’anno per visitare due parti del Paese in un unico viaggio. Si può godere sia della zona della giungla/dei vulcani con attività di avventura sia della zona della spiaggia con attività marine con tartarughe nei Caraibi e balene nel Pacifico.

Contro: il mese di agosto non è privo di rovesci occasionali, ma non pioverà abbastanza da rovinare i vostri piani di godere di questa terra meravigliosa. Le piogge di solito passano rapidamente.

clima settembre e ottobre

Questi sono mesi molto piovosi in Costa Rica, soprattutto nella parte occidentale del Paese e sulle catene montuose.

Aspettatevi la pioggia se state esplorando le spiagge della costa meridionale e centrale del Pacifico e anche la Valle Centrale. Le mattine soleggiate sono comuni, ma più tardi piove, quindi le mattine sono ideali per le attività all’aperto.

Nella Penisola di Osa e nelle zone costiere del Pacifico meridionale sono frequenti le piogge intense e il vento.

La parte caraibica del Paese si prende una pausa a settembre e ottobre. Questi mesi tendono a portare bel tempo, soprattutto nelle zone balneari dell’Atlantico meridionale, come Cahuita, Puerto Viejo e Manzanillo.

Vantaggi: nella parte caraibica del Paese, settembre è l’inizio di una breve stagione estiva che di solito dura un paio di mesi.

Le giornate tendono a essere più soleggiate e asciutte ed è un ottimo periodo per esplorare Tortuguero, Pacuare e le spiagge della costa caraibica. A Manuel Antonio e Uvita è possibile avvistare le balene durante le escursioni in barca.

A settembre e ottobre si possono osservare le tartarughe che si schiudono e si tuffano in acqua. Osservazione degli uccelli migratori: unitevi a un ornitologo esperto per individuare gli uccelli migratori che si dirigono verso sud attraverso la maestosa volta celeste della Costa Rica.

clima NOVEMBRE

Novembre può essere un mese ideale per visitare la Costa Rica. Sulla costa del Pacifico il tempo è costantemente soleggiato, mentre i Caraibi stanno ancora vivendo la loro mini-estate.

Il mese è ancora praticamente privo di turisti, per cui si possono trovare sconti importanti nelle località principali.

Pro: mese ideale per visitare la Costa Rica grazie ai prezzi bassi, alla scarsa affluenza di turisti e all’alta probabilità di avere almeno altrettante ore di sole ai Caraibi, ad Arenal e a Guanacaste.

Contro: a novembre c’è ancora la possibilità di occasionali rovesci tropicali pomeridiani a Guanacaste e nel Pacifico meridionale, ma questo mantiene i paesaggi incredibilmente verdi, lussureggianti e degni di essere fotografati.

clima DICEMBRE

Il clima di dicembre in Costa Rica continua a passare alla stagione secca. Sempre più sole e sempre meno pioggia sono la norma in questo mese, ma la pioggia è ancora possibile per la maggior parte del tempo, soprattutto nella parte caraibica del Paese. A dicembre aumentano notevolmente i venti che i ticos chiamano Los Vientos de Navidad (i venti di Natale).

Anche se può essere ancora un ottimo periodo per visitare la Costa Rica, è molto importante per i turisti che sognano una vacanza a dicembre pianificare con largo anticipo (6 mesi).

Pro: tutto il Paese è in festa e il sole è tornato! C’è molto da fare: feste, fuochi d’artificio, spiagge piene e cene spettacolari.

Contro: Intorno al 20 dicembre inizia l’alta stagione. Anche cercare di prenotare una camera in quell’hotel boutique che vi piace (anche con mesi di anticipo) vi sembrerà impossibile. Se non amate la folla e i prezzi estremamente alti, vi consigliamo di evitare di viaggiare in questo periodo.

Importante: le informazioni condivise si basano su 25 anni di esperienza nella Costa Rica; tuttavia, il concetto che il “tempo ottimale” non è una garanzia con il cambiamento climatico si riferisce all’incertezza e alla variabilità associate al cambiamento climatico globale.

Ecco alcuni punti chiave che spiegano questa idea:

  1. Imprevedibilità delle Condizioni Climatiche: Il cambiamento climatico comporta un aumento della frequenza e dell’intensità degli eventi meteorologici estremi, come ondate di calore, tempeste, inondazioni e siccità. Questi eventi possono rendere difficile mantenere condizioni climatiche ottimali in qualsiasi regione specifica.
  2. Variabilità Regionale: Gli effetti del cambiamento climatico non sono uniformi in tutto il mondo. Alcune aree possono sperimentare un riscaldamento più rapido, mentre altre possono vedere cambiamenti nei modelli di precipitazione. Ciò significa che anche se una regione attualmente gode di un clima “ottimo”, non vi è alcuna garanzia che questa situazione continuerà in futuro.
  3. Effetti a Lungo Termine: Il cambiamento climatico è un processo a lungo termine. Anche se oggi una regione può avere un clima favorevole, i cambiamenti lenti ma costanti nella temperatura e nei modelli meteorologici possono alterare significativamente il clima nel corso di decenni o secoli.
  4. Interazioni Ecosistemiche: Il clima ottimo è spesso definito in base a come supporta gli ecosistemi locali e l’agricoltura. Il cambiamento climatico può sconvolgere questi sistemi, alterando la crescita delle colture, la disponibilità di acqua e la salute degli ecosistemi naturali, anche in regioni che attualmente godono di condizioni climatiche favorevoli.
  5. Retroazioni Climatiche: Il cambiamento climatico può innescare retroazioni che amplificano i suoi effetti. Ad esempio, lo scioglimento dei ghiacci polari riduce l’albedo terrestre, portando a un ulteriore riscaldamento. Questi processi possono avere impatti imprevisti sulle condizioni climatiche globali e locali.

In sintesi, il cambiamento climatico introduce un elemento significativo di incertezza e variabilità nelle condizioni climatiche. Anche se una regione può attualmente godere di un clima considerato ottimale, non ci sono garanzie che tali condizioni persisteranno man mano che il clima globale continua a cambiare.