Saltar al contenido

Valle Centrale

Il punto di partenza per molti viaggiatori
Comunemente è consigliato un soggiorno di una notte per partire la mattina presto per le destinazioni più importanti.

Alcune attrazioni di facile accesso si trovano negli altopiani circostanti, dove vulcani attivi (Poas e Irazu) e il Parco Nazionale Braulio Carrillo.

La Central Valley è l’unione delle principali città del Costa Rica, San Jose, Heredia, Alajuela e Cartago. Copre anche città o paesi con popolazioni più piccole come Palmares e Naranjo. Più della metà della popolazione del paese si trova nella Central Valley; è anche il centro di tutte le attività economiche, delle principali istituzioni e del governo.

Le migliori attrazioni

Alajuela

Naranjo

si trova a cinque chilometri da Sarchí. È un importante luogo agricolo, nonché una città tradizionale e culturale. Le attività sono progettate per farti conoscere un autentico stile di vita e cultura costaricense, dove gli abitanti gentili ti faranno sentire parte della comunità. È un territorio che vi farà sentire e toccare con mano gli elementi che affascinano ogni visitatore del nostro Paese.

Bajos del Toro

Questa città è una delle città più piccole e la sua posizione la rende una delle migliori fughe della Central Valley.

Bajos del Toro è stata ed è tuttora per molti anni una zona agricola e tutte le famiglie locali possiedono grandi appezzamenti di terra.

La cascata più famosa di Bajos del Toro è la Catarata del Toro. Questa spettacolare cascata ti toglierà il fiato mentre scende a 270 piedi nel cratere di un vulcano spento circondato da una foresta lussureggiante.

Un’altra bellissima cascata è l’escursione Catarata Rio Agrio, ottima per le famiglie o per chi non vuole camminare molto a lungo. È solo una passeggiata di 20 minuti in un modo e ti senti come se stessi camminando attraverso Jurassic Park! La cascata non è molto alta o ha un colore blu elettrico, ma la breve escursione è bellissima.

Poas Volcano

È attivo e ha uno dei più grandi crateri del mondo. Conosci questo colosso senza percorrere lunghe distanze. Non solo ha uno dei crateri più grandi del mondo, ma si trova nelle foreste della Central Mountain Range, che vanta magnifici paesaggi naturali: questo è il Parco Nazionale del vulcano Poas. Essendo situato nella provincia di Alajuela, offre ai visitatori un facile accesso dalle principali città del paese. Questo luogo permette di esplorare le sue attrazioni attraverso una rete di sentieri, soprattutto in un clima freddo temperato da una debole pioggerella che la maggior parte dell’anno si impone. Si può anche gustare la cucina variegata, degnamente rappresentata da frutta come le fragole, oltre che da alcuni derivati ​​del latte. Puoi anche apprezzare le manifestazioni culturali delle comunità che circondano il parco, come Poasito, Fraijanes, Varablanca e San Pedro de Poás. Sono tutte tappe consigliate per un tour completo.

Poas Volcano

Cartago

Irazu Volcano

Essendo il vulcano più alto della Costa Rica con i suoi 3.432 metri, Irazu è senza dubbio una delle attrazioni naturali più impressionanti della zona. Nessuna attività notevole si è verificata dagli anni ’90, rendendo il Parco Nazionale del vulcano Irazu, un luogo eccellente per vedere uno spettacolare cratere.

La parte più popolare del parco è Sector Crateres. C’è un’altra zona, il Settore Prusia che ha più sentieri escursionistici.

Osservandolo dalle città circostanti, vedrai la sua iconica forma conica con lati angolari lisci in lontananza. Ma in cima sembra tutt’altro che conico con i suoi cinque profondi crateri, alcuni dei quali contengono vivaci lagune verde smeraldo. L’ultima grande eruzione è stata nel 1994 ed è adesso considerata in una fase dormiente. Tuttavia le fumarole fumanti sparse sulla sommità forniscono la prova che questo vulcano è ancora attivo.

Irazu Volcano

Turrialba

Si trova all’incrocio tra il Pacifico meridionale, la valle centrale e la costa caraibica. È qui che il famoso pirata Morgan fu sconfitto e ricacciato sulle rive del Mar dei Caraibi. È qui che sono state stabilite le prime piantagioni di cacao nel paese dopo la conquista spagnola. Con temperature che vanno da quasi lo zero nelle giornate fredde in cima al vulcano a 35 ° C tropicale giù in città nelle giornate calde, il tutto entro una distanza di 30 km, la regione di Turrialba è unica in Costa Rica. Le enormi differenze di altitudine e di ecosistemi in una piccola area ne fanno una delle regioni più ricche di specie vegetali e di uccelli. La regione è principalmente un’area agricola, in cui la canna da zucchero e il caffè hanno svolto un ruolo importante per molto tempo. È la culla della produzione di zucchero e noce di macadamia.

Il vulcano Turrialba rilasciava regolarmente nuvole di fumo bianco, il che spinge i primi coloni spagnoli a chiamarlo Torre Alba, che si traduce in «fumo bianco».

È il secondo vulcano più alto del paese. La sua altezza è registrata come 10.919 piedi, che furono stati misurati dall’estremità sud-est.

A 12 miglia a est di Turrialba, sulle pendici del vulcano Turrialba si trova il Guayabo National Monument, le rovine archeologiche più significative della Costa Rica. Questo sito precolombiano conserva un sito urbano abitato tra il 1000 a.C. e il 1400 d.C. quando la città fu misteriosamente abbandonata. Ora, più di 2000 anni dopo, esistono ancora un acquedotto funzionante, strade asfaltate, ponti di pietra, fondamenta di templi, case, tombe e incisioni rupestri. La giungla circostante è un paradiso per gli amanti degli uccelli.

Heredia

Sarapiqui

Sarapiqui è conosciuta in tutta la Costa Rica per la sua straordinaria e ricca biodiversità, nonché per essere la destinazione da sogno di chi cerca l’avventura. Situata nel nord-est del paese e confinante con la Nicaragua a nord, Sarapiqui è ora una meta turistica molto popolare per famiglie e amanti del brivido.

Goditi la magnifica vista di colline e valli ricoperte di piante tropicali, sperimenta il rafting sul fiume della zona, ammira farfalle colorate e colibrì o semplicemente rilassati nel tuo hotel ascoltando i suoni della natura.

Sarapiqui è una giungla tropicale vergine che ospita centinaia di specie selvatiche come serpenti, rane, uccelli e mammiferi. Natura e fauna selvatica si mescolano qui offrendo ai suoi visitatori un posto davvero fantastico da scoprire.

San Jose

San Gerardo di Dota

San Gerardo de Dota è una destinazione poco conosciuta nelle remote montagne a sud della capitale della Costa Rica, San Jose. Il villaggio è situato nel profondo di una valle, ma è circondato dalle imponenti montagne di Talamanca. Tra le tranquille foreste di San Gerardo de Dota vive una varietà di animali e un’ampia selezione di uccelli, tra cui il famoso Quetzal Risplendente e dozzine di specie di colibrì.

San Gerardo de Dota Costa Rica ti offre l’opportunità di vedere l’incredibile cascata di Savegre, puoi esplorare la montagna a piedi o a cavallo, per raggiungere questo luogo sorprendente, l’acqua limpida e fresca è lo scenario perfetto per dimenticare il mondo frenetico e respirare fresca aria.

Parco Nazionale Cerro Chirripó

Il Cerro Chirripó è la montagna più alta della Costa Rica. Con 3.820 metri sul livello del mare, offre agli escursionisti ampie viste delle circostanti montagne di Talamanca. Gli escursionisti raggiungono la spettacolare vetta di Chirripó attraverso un sentiero di 20 km che s’inerpica per 2.000 metri dal minuscolo villaggio di San Gerardo de Rivas.

 

L’attrazione numero uno nel parco nazionale di Chirripó è l’arrampicata sul Cerro Chirripó Grande, la vetta più alta della Costa Rica. I panorami sono spettacolari, in una giornata limpida, puoi vedere l’oceano Pacifico e il Mar dei Caraibi contemporaneamente.

Lungo la strada, gli escursionisti attraversano foreste pluviali e páramos, un ecosistema unico che si trova solo ad altitudini elevate nei tropici del Nuovo Mondo. Dalla vetta di Chirripó, ampie vedute a 360 gradi scendono su graziose vallate e laghi scintillanti.

Questo è uno dei parchi nazionali più selvaggi della Costa Rica, ma relativamente accessibile a piedi. Gran parte del terreno è stato protetto dallo sviluppo e dallo sfruttamento a causa della sua inaccessibilità. Oltre alla sfida di scalare la vetta più alta della Costa Rica (Cerro Chirripó), ci sono chilometri di sentieri che si snodano attraverso più zone ecologiche di quante troverai nella maggior parte dei paesi interi.